Seleziona una pagina

Come ogni lunedì, mi è arrivata la newsletter dell’associazione InCo-Molfetta e, scorrendo tra le notizie, vedo quella inerente alla registrazione di podcast. L’idea mi entusiasma parecchio. Il mio intuito mi dice “vai mari buttati è la tua occasione”.

Inizialmente – non vi nascondo – non sapevo nemmeno cosa fosse un podcast! Non ne avevo mai registrato uno in tutta la mia vita… fino a quel momento!

Poi la svolta. Lunedì 21 ottobre ore 11.30 vado in Cittadella per la registrazione. Il cuore mi batteva a mille (come un verso della canzone di un noto cantante del quale al momento mi sfugge il nome), forse a tremila ma dentro di me ero certa di ciò che volevo comunicare al pubblico. È stato un qualcosa che davvero era totalmente fuori dalla mia zona di comfort – io che registro un podcast e racconto qualcosa di personale a milioni di ragazzi sintonizzati su una stazione radiofonica –  MA CHE DAVVERO??? Come la battuta di Carlo Verdone in un suo noto film.

 Ebbene sì questa è stata la mia ennesima sfida da svoltatrice, e visto che il mio podcast ha come argomento la CRESCITA PERSONALE la sola azione ne è stata prova concreta proprio della mia crescita. La ragazza che mi ha intervistata è stata così abile da mettermi a mio agio poiché tremavo come una foglia dinanzi al microfono. Ma sapete come ho superato la sensazione di imbarazzo? Il mio pensiero è stato “Mari fai conto che stai raccontando una tua esperienza a un’amica”. Una semplice frase ha creato in me un pensiero potenziante tale che Mala, la speaker radiofonica, fosse una mia amica e il mio corpo si è magicamente rilassato ed ero serena, una serenità che mi ha dato la possibilità di parlare in modo chiaro, semplice ed efficace, puntando dritto all’obbiettivo dell’argomento a me tanto caro: LA CRESCITA PERSONALE.

Articolo di Marianna de Bari